Progettazione di messa in sicurezza per gli immobili comunali

Il Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli affari interni e territoriali, Direzione Centrale della Finanza Locale, in riferimento Decreto del 10 gennaio 2019 “Interventi di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale ai sensi dell’art. 1, comma 107, Legge 145 del 30 dicembre 2018 “Legge di bilancio 2019”, a questo Ente è stato assegnato un contributo per la realizzazione di interventi finalizzati al soddisfacimento della messa in sicurezza di quanto sopra esposto, per la cifra complessiva di € 40.000,00 il Comune di Villalvernia, al fine di usufruire del contributo concesso, ha individuato l’utilizzo della cifra sopra indicata, per la “Messa in sicurezza di immobili comunali: irrigidimento solaio edificio sede municipale – sostituzione infissi salone comunale”; pertanto, ha affidato all’Ingegnere Rivarolo Domenico, la progettazione definitiva/esecutiva, Direzione Lavori, Coordinamento della Sicurezza, Contabilità finale dell’intervento “Messa in sicurezza di immobili comunali: irrigidimento solaio edificio sede Municipale – sostituzione infissi salone comunale”, per un importo complessivo di € 3.217,76

Annunci

Pericolo apparente

Da tempo, parecchio tempo oramai, percorrendo la Via Passalacqua, volgendo lo sguardo a sinistra in direzione del castello, vi è un cedimento sulla riva nella parte adiacente la via che porta al borgo antico. Perché chiunque vede e nessuno provvede?

Notizie e…ATTENTI

Dal bollettino parrocchiale LE VOCI DEL RILE si può far lettura di un utile trafiletto intitolato: “Notizie e..ATTENTI…”

Il Comando della Compagnia dei Carabinieri di Tortona ha preparato un interessantissimo VADEMECUM CONTRO LE TRUFFE. L’opuscolo è adatto a tutte quelle persone che per qualche motivo hanno dei problemi a difendersi dagli astuti truffatori del giorno d’oggi. Si presentano come falsi funzionari di banca per ricontrollare i soldi che avete appena ritirato oppure vi propongono un’eredità che ovviamente è falsa. Altri si spacciano per funzionari o impiegati delle poste o delle imprese elettriche o del gas e telefono oppure vi propongono una falsa beneficenza. Senza poi contare delle truffe di finti maghi o altri cialtroni simili. In sintesi, non aprite mai a sconosciuti, neanche a venditori, se siete incapaci di difendervi e, se avete dubbi, rivolgetevi ai Carabinieri che saranno felici di aiutarvi.