Limitazione utilizzo acqua

LIMITAZIONE UTILIZZO ACQUA POTABILE

Sorgente: LIMITAZIONE UTILIZZO ACQUA

Annunci

Approvate le tariffe del Servizio Idrico Integrato per l’anno 2017

Dato atto che le tariffe acquedotto in vigore da parecchi anni sono le seguenti:

Da 0 a 60 mc € 0,15
Da 61 mc a 160 mc € 0,26
Da 161 mc a 300 mc € 0,31
Oltre i 300 mc € 0,41
Nolo contatore €1,39 / annuo
Fognatura € 0,09
Depurazione € 0,61

e si approvava la fatturazione di un consumo minimo di 60 mc. anche per utenti con un consumo reale inferiore ai mc 60;

Il Consiglio Comunale ha approvato la seguente proposta di tariffe predisposta dai competenti uffici e ritenuto opportuno procedere alla loro approvazione:

Anno 2017
Canone fruizione SII € 23,00
Da 0 a 60 mc € 0,90
Da 61 a 150 mc € 1,20
Da 151 a 240 mc € 1,40
Oltre i 240 mc € 2,05

Comprensive di canoni relativi a depurazione e fognatura.

Le tariffe sopra elencate sono riferite all’intero Servizio Idrico Integrato.

In caso di erogazione disgiunta delle componenti del servizio le medesime saranno applicate, sia per la quota di canone di fruizione del Servizio, sia per le tariffe, secondo i seguenti coefficienti:

  • servizio acquedotto 0,54
  • servizio fognatura 0,14
  • servizio depurazione 0,32

Con delibera C.C. N. 28 del 07/12/2016 si e’ provveduto all’assegnazione gestione del servizio idrico comunale alla Società Comuni riuniti Belforte Monferrato S.R.L..
Le utenze di pertinenza ad immobili che usufruiscono del servizio di depurazione e fognatura sono gravate dagli stessi servizi anche se non ne usufruiscono.

Affinché la popolazione sappia circa l’acquedotto ed il suo destino

E’ sul sito internet del Comune la lettera del Sindaco ai concittadini circa l’acquedotto comunale e gli ultimi sviluppi che hanno portato l’Amministrazione ad associarsi con altri comuni per la gestione dell’impianto.

CARISSIMI CITTADINI,

La presente per informarvi sulle novità inerenti la gestione del nostro acquedotto.

acquedotto-tubi-173523-610x431Oggi per un susseguirsi di norme Statali e Regionali i Comuni non possono più gestire in economia diretta l’acquedotto. Le normative vigenti infatti, impongono l’obbligatorietà di cessione in uso gratuito delle reti acquedotto e fognatura all’ambito territoriale di cui Villalvernia fa parte (ATO 6 ALESSANDRINO). A sua volta l’ambito territoriale individua, per ogni zona, un gestore a cui affidare i vari acquedotti. Nel nostro caso il gestore di riferimento è Gestione Acqua, società mista pubblica/privata. La cessione obbligatoria a Gestione Acqua, di fatto, comporterebbe per il nostro Comune l’annullamento di ogni potere decisionale per quello che riguarda la gestione dell’acquedotto ( regolamentazione delle tariffe, interventi di manutenzione, investimenti ecc. ). Il quadro sopra descritto causerebbe a tutti noi, in primis un aumento spropositato delle tariffe senza alcuna possibilità di contrattazione, nessuna voce in capitolo sugli investimenti da eseguirsi e, temiamo, ritardi sugli interventi di manutenzione ordinaria. A fronte di quanto sopra, tutta l’Amministrazione si è mobilitata nel cercare un’ alternativa a tutto ciò rispettando le normative attualmente vigenti. Per questo motivo abbiamo deciso, insieme ad altri Comuni che sono nella stessa nostra situazione ( Villaromagnano, Sardigliano, Montegioco, Casalnoceto e Volpeglino ), di entrare a far parte di una società totalmente pubblica, creata da soli Comuni, denominata COMUNI RIUNITI DI BELFORTE MONFERRATO. La suddetta società permette , in base al proprio statuto, ai Comuni che ne fanno parte, di decidere le tariffe in base ai costi di gestione, pianificare investimenti e continuare a gestire tutti gli interventi di manutenzione ordinaria che si rendano necessari. A fronte di quanto sopra, a partire da gennaio 2017, le nuove bollette dell’acqua saranno inviate a norma e cura della suddetta società, in base alle normative vigenti, mentre rimarrà a carico del nostro Comune la lettura del contatore. Ogni segnalazione inerente a un qualsiasi problema dovrà sempre continuare ad essere inoltrata al Comune di Villalvernia. Con l’occasione comunichiamo che, dovendo far fronte ad interventi di manutenzione, ormai non piu’ rinviabili, potrebbe rendersi necessario un contenuto ritocco delle tariffe, che per altro sono rimaste invariate da decenni. Per ogni ulteriore chiarimento gli uffici comunali sono a disposizione negli orari di apertura al pubblico. Si sta provvedendo alla distribuzione dei bollettini di pagamento con scadenza 15/03/2017, relativi al consumo acqua 2016. Cordiali saluti.

Villalvernia, 26/01/2017

IL SINDACO
PERSI FRANCO