L’anniversario del bombardamento del 1° dicembre 1944

La locandina
Annunci

La risposta del Sindaco Persi

Sul settimanale Sette Giorni a Tortona è arrivata la risposta alla lettera di Gian Michele Merloni da Cassano, il tutto riguardo il bombardamento di Villalvernia avvenuto il 1/12/1944

cof

L’anniversario del Primo dicembre

Riportiamo qui di seguito il testo del manifesto che ricorda l’anniversario del bombardamento di Villalvernia avvenuto il 1° dicembre 1944

COMUNE DI

VILLALVERNIA

73° ANNIVERSARIO

1° DICEMBRE 1944 – 1° DICEMBRE 2017

Alle ore 10,30 Santa Messa di suffragio
celebrata da S.E. Mons. Vittorio Viola,
al termine della quale
l’Amministrazione Comunale
deporrà una corona di alloro
ai piedi della lapide in memoria,
posta a fianco dell’ingresso
della chiesa parrocchiale

IL SINDACO Franco Persi

Primo dicembre, l’anniversario

I funerali delle vittime
I funerali delle vittime

Nel 72` anniversario del bombardamento di Villalvernia, giovedì 1` dicembre, alle ore 11, si terrà una Santa Messa di suffragio celebrata da S.E. Mons. Vittorio Viola; al termine della funzione religiosa l’Amministrazione Comunale deporrà una corona di alloro ai piedi della lapide posta a fianco dell’ingresso della chiesa parrocchiale, in memoria delle vittime di quel tragico giorno.

1 dicembre 2015

Un omaggio floreale ai piedi del cippo commemorativo posto nel 2007 per la Medaglia al Valor Civile
Un omaggio floreale ai piedi del cippo commemorativo posto nel 2007 per la Medaglia al Valor Civile

Sono passati 71 anni e stamane, l’unico momento dedicato alla commemorazione, il tempo di una Santa Messa celebrata presso la chiesa parrocchiale. Per l’occasione era presente anche il vescovo di Tortona, Sua Eccellenza Mons. Vittorio Viola. Alle ore 11 dall’altare il Sindaco, Franco Persi, si è rivolto al Vescovo e poi ai presenti. Gli hanno fatto seguito i componenti del Consiglio Comunale, eccezion fatta per Cesare Morreale, che hanno scandito i nomi di tutte le vittime del bombardamento. Un omaggio alla memoria. Da lì in poi è iniziata la celebrazione religiosa. A concelebrare col vescovo c’era il rettore del Santuario della Madonna della Guardia di Tortona, don Renzo Vanoi e Padre Lorenzo Bergantin, arciprete della parrocchia di Villalvernia. Intensa l’omelia del vescovo e non solo rivolta al tragico avvenimento che sconvolse il paese di Villalvernia. Presenti le autorità, S.E. il Prefetto di Alessandria, dott.ssa Romilda Tafuri; i sindaci, con fascia, di Tortona e di Novi Ligure; Il maresciallo dei carabinieri della locale stazione, il capitano di Tortona ed il colonnello provinciale. I gonfaloni del Comune, con appuntata la Medaglia d’Argento al Valor Civile e della P.A. Croce Verde. La locale Scuola Primaria con le insegnanti e gli alunni. Alcuni ospiti dell’istituto Cora Kennedy in Tortona.

Durante la posa della corona di alloro all'esterno della chiesa
Durante la posa della corona di alloro all’esterno della chiesa

La lapide commemorativa
La lapide commemorativa

La lettera…

Tratto da una lettera pubblicata su LE VOCI DEL RILE del 7/12/2014

Il mio ricordo del Bombardamento di Villalvernia
1 dicembre 1944

Sono trascorsi 70 anni da quel tragico avvenimento, ma per me è come se fosse capitato ieri.
Nel 1944 abitavo a Carezzano Superiore, ero un bambino di 6 anni, mi ricordo che tutti i giorni passavano apparecchi bombardieri con lugubri suoni. Tutti dicevano: “Vanno a bombardare Milano, Torino, Genova” perchè era la rotta di transito.
Anche il 1 dicembre 1944 gli aeroplani sono passati alti in cielo; io ero a scuola, frequentavo la prima elementare. Noi scolari siamo usciti a guardarli volare in direzione di Milano. Dopo un po’ abbiamo visto gli aerei tornare e girare in cielo sopra le nostre zone.
La nostra maestra ci ha subito fatto rientrare in classe dicendo di metterci sotto i banchi per ripararci, e abbiamo sentito soffocato il boato delle bombe – infatti erano cadute sul vicino paese di Villalvernia.
Dopo qualche tempo, non sentendo più nulla, siamo usciti dalla scuola che era situata nel punto più alto di Carezzano. Abbiamo visto in basso fumo e fiamme e abbiamo capito che era successo qualcosa di tragico a Villalvernia.
Alcuni giorni dopo, mio fratello più grande è andato a Villalvernia. Tornato a Carezzano disse di aver visto nella chiesa di quel paese i corpi delle persone uccise nel terribile bombardamento, disposti ordinatamente tra i quali tanti bambini e anche quello del Vice-parroco.
Il devastante bombardamento su Villalvernia aveva colpito, tra l’altro, IL Municipio, la scuola, l’asilo, la Società di Mutuo Soccorso, la canonica e aveva sfiorato la chiesa. Le persone decedute erano state 109 ed i feriti 250.
Proprio in questi giorni, ho trovato nella canonica della chiesa di Santa Maria un vecchio quaderno appartenuto a Mons. Michele Carlone parroco di Villalvernia durante la II guerra mondiale il quale, nel 1946, venne a Sale come Rettore di Santa Maria.
Il sacerdote aveva ritagliato e incollato sul quaderno molti articoli di giornali tra questi vi erano quelli inerenti al bombardamento che il primo di dicembre del 1944 aveva devastato il paese di Villalvernia.
La lettura di questi articoli mi ha riportato il ricordo di quel tragico avvenimento che aveva tanto turbato la mia mente di bambino.

Egidio Cristoferone