Via Domenico Carbone

La ex S.S. dei Giovi taglia il paese per tutta la sua lunghezza e prende anche il nome di Via Domenico Carbone. Il generale Domenico Carbone nacque il 22 marzo 1854 a Reggio Calabria da famiglia oriunda genovese. Nel novembre 1872 entrò nell’Accademia Militare di Torino. Nel 1875 fu promosso sottotenente nell’Arma del Genio Militare. Passò quindi alla Scuola d’Applicazione d’Artiglieria e Genio (Torino). Frequentati brillantemente i Corsi fu promosso Tenente ed assegnato al 1° Regg.to Genio. In seguito fu assegnato come professore insegnante alla Scuola d’Applicazione di Modena. A Piacenza, durante un’inondazione del Po, fu decorato al Valor Civile avendo con la sua Compagnia salvato diverse persone che stavano per annegare. Nel 1882, in occasione delle “grandi manovre” fu alloggiante a Villalvernia dove ebbe modo di conoscere la signorina Valerio che poi sposò appena promosso Capitano nel 1884. Nel 1894, a Torino, fu promosso maggiore e trasferito a Casale Monferrato. Nel 1899 fu chiamato a prestar servizio presso l’Ispettorato Generale del Genio in Roma. Nel 1900 venne promosso Ten. Colonnello e trasferito al Ministero della Guerra Ufficio Difesa presso il Corpo di Stato Maggiore. Negli undici anni passati presso lo Stato Maggiore fu promosso colonnello; alla promozione a magg. Generale fu trasferito a Torino quale comandante del Genio Militare. Eseguì ispezioni in Libia e al rientro in Italia, alle fortificazioni al confine con la Francia. All’apertura delle ostilità con l’Austria viene promosso Ten. Generale ed assegnato quale Comandante del Genio, alla 3a Armata. Al passaggio dell’Isonzo per il suo eroico comportamento gli viene concessa la medaglia d’Argento al V.M.
Insignito dell’Ordine Militare di Savoia.
Nel 1916 per divergenze con il Comando supremo viene trasferito alla 1a Armata. Alla fine del 1917 per malattia e non potendo più sopportare le fatiche di guerra viene trasferito a Roma come Ispettore Generale Territoriale del Genio.
Collocato a “riposo” fu richiamato in servizio per affidargli un’inchiesta. L’inchiesta non fu eseguita per la morte avvenuta il 2 marzo 1923.

Annunci

Pubblicato il 6 dicembre 2007 su Personaggi illustri, Vie del paese. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: