Senza categoria

Don Pierino Bonaventura, vittima del bombardamento del Primo dicembre ’44

Don Pierino Bonaventura era, al tempo del bombardamento su Villalvernia, il giovane curato del paese: si era rifugiato in una capanna o portichetto a confortare , dicevano, una anziana signora: se si fosse buttato a terra verso la ferrovia, sarebbe stato salvo, invece perirono lui e la signora….:non era ancora compiuto l’anno da quando era sacerdote, quando fu trovato, era domenica, la sua domenica di ministro di Cristo.
Nato il 7 gennaio 1921 a Serravalle Scrivia, Pierino Bonaventura frequentò prima il seminario di Stazzano e poi quello di Tortona ed a soli 23 anni fu ordinato sacerdote con l’incarico di viceparroco a Villalvernia. Il 1° dicembre 1944 decine e decine di fortezze volanti bombardarono il paese seminando morte e distruzione: oltre
100 morti, innumerevoli i feriti. Mentre la gente fuggiva cercando la salvezza nei campi, don Pierino Bonaventura rimase tra le macerie fumanti a soccorrere i feriti, a impartire l’estrema unzione ai moribondi. La seconda ondata di bombe uccise anche lui, ed il giovane sacerdote cadde con i paramenti sacerdotali rossi di sangue. Al giovane martire fu assegnata nell’ottobre 1947 la medaglia d’argento al valore civile e gli venne dedicata una piazza di Serravalle, quella più vicina alla sua chiesa. Negli anni più recenti gli fu dedicata una piazza anche a Villalvernia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.